Lavoro irregolare: le sanzioni dal 1 gennaio 2019

Al fine di rafforzare l’attività di contrasto del fenomeno del lavoro sommerso e irregolare, vengono incrementate, dal 1° gennaio 2019, le sanzioni per alcune violazioni in materia di lavoro.

In caso di esercizio non autorizzato dell’attività di somministrazione di lavoro e in caso di distacco illecito, le sanzioni, per ogni lavoratore occupato e per ogni giornata lavorativa, sono aumentate del 20%: passano da 50 a 60 euro. Inoltre, in caso di esercizio non autorizzato dell’attività di ricerca-selezione del personale e di supporto alla ricollocazione professionale viene applicata una sanzione compresa tra 5.000 e 10.000 euro. Sono le novità in vigore dal 1° gennaio 2019 contenute nella legge di Bilancio 2019. Quali sono le altre sanzioni applicabili in caso di violazioni delle norme in materia di lavoro e per la tutela della salute e della sicurezza?

 
Al fine di rafforzare l’attività di contrasto del fenomeno del lavoro sommerso e irregolare e la tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, vengono incrementate, dal 1° gennaio 2019, le sanzioni per alcune violazioni in materia di lavoro.
La modifica è prevista dal legge di Bilancio 2019 (comma 445, lettera d), della Legge 145/2018).
Proprio al fine di fornire i primi chiarimenti in merito, è intervenuto l’Ispettorato Nazionale del Lavoro che, con la circolare n. 2 del 14 gennaio 2019, ha precisato gli ambiti di applicazione della normativa. In particolare, in forza del principio del tempus regit actum, le nuove maggiorazioni trovano applicazione in relazione a condotte che si realizzano a partire dal 2019, dovendosi tener presente che la collocazione temporale di condotte a carattere permanente va individuata nel momento in cui cessa la condotta stessa. In virtù di questo principio, l’Ispettorato chiarisce che il mantenimento di un lavoratore “in nero” a cavallo tra il 2018 e il 2019 sarà soggetto ai nuovi importi sanzionatori.
L’Ispettorato, inoltre, al fine di semplificare gli adempimenti ed evidenziare la destinazione delle nuove maggiorazioni, ha avviato le procedure per l’istituzione di un apposito codice tributo. Nell’attesa del nuovo codice, le maggiorazioni dovranno comunque trovare applicazione utilizzando gli attuali codici tributo.
Ma vediamo quali sanzioni sono state aumentate dal 1° gennaio 2019 e di quanto.

Lavoro irregolare

In caso di utilizzo di lavoratori “in nero”, le sanzioni previste dall’articolo 3, del Decreto Legge n. 12/2002 (convertito con la legge n. 73/2002), vengono incrementate del 20% e risulteranno come segue:
Lavoro irregolare
Sanzione amministrativa
sino al 31 dicembre 2018
dal 1° gennaio 2019
sino 30 a giorni di lavoro effettivo
da 1.500 a 9.000 euro
da 1.800 a 10.800 euro
da 31 a 60 giorni di lavoro effettivo
da 3.000 a 18.000 euro
da 3.600 e 21.600 euro
oltre 60 giorni di lavoro effettivo
da 6.000 a 36.000 euro
da 7.200 a 43.200 euro

Somministrazione illecita

In caso di esercizio non autorizzato dell’attività di somministrazione (articolo 18, del D.L.vo n. 276/2003) la sanzione, per ogni lavoratore occupato e per ogni giornata lavorativa, è aumentata del 20% e passa da 50 a 60 euro.

Appalto illecito

In caso di appalto illecito (articolo 29, del D.L.vo n. 276/2003) la sanzione, per ogni lavoratore occupato e per ogni giornata lavorativa, è aumentata del 20% e passa da 50 a 60 euro.

Distacco illecito

In caso di distacco illecito (articolo 30, del D.L.vo n. 276/2003) la sanzione, per ogni lavoratore occupato e per ogni giornata lavorativa, è aumentata del 20% e passa da 50 a 60 euro.

Agenzie di ricerca, selezione del personale e di supporto alla ricollocazione professionale illecita

In caso di esercizio non autorizzato dell’attività di ricerca, selezione del personale e di supporto alla ricollocazione professionale (articolo 18, del D.L.vo n. 276/2003), la sanzione è compresa tra 5.000 e 10.000 euro.

Intermediazione illecita

In caso di esercizio non autorizzato dell’attività di intermediazione (articolo 18, del D.L.vo n. 276/2003), la sanzione è compresa tra 5.000 e 10.000 euro.

Distacco transnazionale

Se sanzioni menzionate nella presente tabella vengono aumentate del 20% rispetto al 2018.
Violazione
Sanzione amministrativa
sino al 31 dicembre 2018
dal 1° gennaio 2019
note
Mancata comunicazione del distacco
da 150 a 500 euro
da 180 a 600 euro
per ogni lavoratore interessato
Cabotaggio
in caso di circolazione, su strada, senza la documentazione richiesta, ovvero con documentazione non conforme alle disposizioni di legge
da 1.000 a 10.000 euro
da 1.200 a 12.000 euro
 
Conservazione documenti del distacco
da 500 a 3.000 euro
da 600 a 3.600 euro
per ogni lavoratore interessato
Nomina referente incaricato di inviare e ricevere atti e documenti
da 2.000 a 6.000 euro
da 2.400 a 7.200 euro
 
Nomina referente con poteri di rappresentanza per tenere i rapporti con le parti sociali
da 2.000 a 6.000 euro
da 2.400 a 7.200 euro
 
In ogni caso, il massimale di sanzione non potrà superare i 150.000 euro.

Orario di lavoro

Se sanzioni menzionate nella presente tabella vengono aumentate del 20% rispetto al 2018.
Violazione
Sanzione amministrativa
sino al 31 dicembre 2018
dal 1° gennaio 2019
 
48 ore
quale durata media settimanaledell'orario di lavoro
- da 200 a 1.500 € (se la violazione ha riguardato fino a 5 lavoratori o si è verificata in meno di 3 periodi di riferimento).
- da 800 a 3.000 € (se la violazione ha riguardato da 6 a 10 lavoratori o si è verificata in almeno 3 periodi di riferimento).
- da 2.000 a 10.000 € e non è ammesso il pagamento in misura ridotta (se la violazione ha riguardato più di 10 lavoratori o si è verificata in almeno 5 periodi di riferimento).
- da 240 a 1.800 € (se la violazione ha riguardato fino a 5 lavoratori o si è verificata in meno di 3 periodi di riferimento). 
- da 960 a 3.600 € (se la violazione ha riguardato da 6 a 10 lavoratori o si è verificata in almeno 3 periodi di riferimento).
- da 2.400 a 12.000 € e non è ammesso il pagamento in misura ridotta (se la violazione ha riguardato più di 10 lavoratori o si è verificata in almeno 5 periodi di riferimento).
per ogni lavoratore interessato
Riposo giornaliero
nel caso in cui non venga rispettato il riposo giornaliero delle 11 ore consecutive ogni 24
• da 100 a 300 (se la violazione ha riguardato fino a 5 lavoratori o si è verificata in meno di 3 periodi di riferimento).
• da 600 a 2.000 € (se la violazione ha riguardato da 6 a 10 lavoratori o si è verificata in almeno 3 periodi di riferimento).
• da 1.800 a 3.000 € e non è ammesso il pagamento in misura ridotta (se la violazione ha riguardato più di 10 lavoratori o si è verificata in almeno 5 periodi di riferimento).
• da 120 a 360 € (se la violazione ha riguardato fino a 5 lavoratori o si è verificata in meno di 3 periodi di riferimento).
• da 720 a 2.400 € (se la violazione ha riguardato da 6 a 10 lavoratori o si è verificata in almeno 3 periodi di riferimento).
• da 2.160 a 3.600 € e non è ammesso il pagamento in misura ridotta (se la violazione ha riguardato più di 10 lavoratori o si è verificata in almeno 5 periodi di riferimento).
 
Riposo settimanale
nel caso in cui non venga rispettato il riposo settimanale di almeno 24 ore consecutive, da cumulare alle 11 ore di riposo giornaliero
- da 200 a 1.500 € (se la violazione ha riguardato fino a 5 lavoratori o si è verificata in meno di 3 periodi di riferimento).
- da 800 a 3.000 € (se la violazione ha riguardato da 6 a 10 lavoratori o si è verificata in almeno 3 periodi di riferimento).
- da 2.000 a 10.000 € e non è ammesso il pagamento in misura ridotta (se la violazione ha riguardato più di 10 lavoratori o si è verificata in almeno 5 periodi di riferimento).
- da 240 a 1.800 € (se la violazione ha riguardato fino a 5 lavoratori o si è verificata in meno di 3 periodi di riferimento). 
- da 960 a 3.600 € (se la violazione ha riguardato da 6 a 10 lavoratori o si è verificata in almeno 3 periodi di riferimento).
- da 2.400 a 12.000 € e non è ammesso il pagamento in misura ridotta (se la violazione ha riguardato più di 10 lavoratori o si è verificata in almeno 5 periodi di riferimento).
 
Ferie annuali
nel caso in cui non venga rispettato il diritto minimo alle 4 settimane di ferie annue
- da 100 a 600 € (se la violazione ha riguardato fino a 5 lavoratori).
- da 400 a 1.500 € (se la violazione ha riguardato da 6 a 10 lavoratori o si è verificata in almeno 2 anni).
- da 800 a 4.500 € e non è ammesso il pagamento in misura ridotta (se la violazione ha riguardato più di 10 lavoratori ovvero si è verificata in almeno 4 anni). 
- da 120 a 720 € (se la violazione ha riguardato fino a 5 lavoratori).
- da 480 a 1.800 € (se la violazione ha riguardato da 6 a 10 lavoratori o si è verificata in almeno 2 anni).
- da 960 a 5.400 € e non è ammesso il pagamento in misura ridotta (se la violazione ha riguardato più di 10 lavoratori ovvero si è verificata in almeno 4 anni).
 

Altre sanzioni

Saranno, inoltre, aumentate del 20% tutte le sanzioni dovute a violazioni di disposizioni in materia di lavoro e legislazione sociale, individuate da un decreto del Ministro del Lavoro di prossima emanazione.

Norme in materia di Salute e Sicurezza sul lavoro

Infine, è previsto l’aumento del 10%, sempre dal 1° di gennaio 2019, di tutte le sanzioni di natura amministrative e penale riguardanti violazioni alle disposizioni previste nel TU Salute e Sicurezza sul lavoro (Decreto Legislativo n. 81/2008).

Ulteriori maggiorazioni

Le maggiorazioni (20% o 10%) saranno raddoppiate se, nei 3 anni precedenti, il datore di lavoro sia stato destinatario di sanzioni amministrative o penali per i medesimi illeciti. Purtroppo, da questo punto di vista, la circolare n. 2/2019 non fornisce alcuna ulteriore indicazione.

Destinazione delle maggiorazioni

Le maggiorazioni indicate dalla legge di Bilancio 2019 (nel limite complessivo di 15 milioni di euro annui) saranno destinate al finanziamento del Fondo risorse decentrate dell’Ispettorato del Lavoro.
 
23/01/2019

COMMENTI

  • Bernard Cypher

    HAI MAI MESSO A MERITO SE GLI HACK POTREBBERO AVERE LE COSE COME LO VEDIAMO NEI FILM? 🤔 SÌ possono !!! 🤐 Hacking a Phone📱 o Computer💻🖥️, Hacking a Email📩✉️, Hacking a credit card💳, Hacking un'agenzia federale (dipartimento di polizia, agenzia di valutazione del credito, ecc.), hackerare un'organizzazione privata e così via, è molto probabile. Infatti sono facili come sembrano nel film se avete gli strumenti giusti (software di hacking e hacker) per l'hacking. Se hai bisogno di Hacking Services, contattaci tramite la nostra email softtechgeeks@gmail.com O thehackgeeks@gmail.com Siamo discreti e offriamo i migliori servizi di hacking a un prezzo molto ragionevole.

    01/03/2019 17:14
  • Curt Lennix

    È necessario assumere un hacker❓ Quindi contattare PYTHONAX✅

    L'affare davvero sorprendente nel contattare PYTHONAX è che l'hack fatto da noi non può essere ricondotto a te, poiché ogni lavoro di hacking che facciamo è fortemente protetto dal nostro firewall. È come dire se qualcuno cerca di rintracciare l'hack, questo li condurrà a noi e bloccheremo qualsiasi azione stiano facendo.

      Ormai siamo invisibili alle autorità da quasi un decennio e se tu google PYTHONAX, non ci viene proprio in mente, puoi vedere solo i commenti fatti da noi o su di noi.

      Un'altra cosa sorprendente per te di cui assumi i nostri hacker è che ottieni un Legit e il miglior servizio di hacking, dato che ti forniamo hacker professionisti che hanno le loro aree di specializzazione di hacking.
       Eseguiamo ogni Hack che esiste, utilizzando speciali strumenti di Hacking che otteniamo dalla rete oscura.

       Alcuni elenchi di servizi di hacking che forniamo sono:
    ▪️Hacking e clonazione del telefono ✅
    ▪️Hacking del computer ✅
    ▪️Hacking dell'account e-mail e social media✅
    ▪️Recupero file cancellati Del
    ▪️Tracciare e trovare persone ✅
    ▪️Cacciare i truffatori✅
    ▪️Rilevamento hack ✅
    ▪️ Rubare / copiare file e documenti da reti e server con restrizioni ✅
    ▪️ moltiplicazione bitcoin✅
    ▪️Ricupero di denaro in opzioni ordinarie ✅
    ▪️Forex Trading Money Recovery Money
    ▪️IQ Option Money Recovery✅
    E molto altro......


    Qualunque sia il servizio di hacking di cui hai bisogno, inviaci semplicemente un'email all'indirizzo e-mail fornito di seguito.
    pythonaxhacks@gmail.com
    pythonaxservices@gmail.com

      PYTHONAX.
    2020 © Tutti i diritti riservati.

    06/04/2020 18:15

Lascia la tua opinione

* campi obbligatori (l'indirizzo email NON verrà pubblicato)

Autore*

Email*

URL

Commento*

Codice*