Incentivo per misure di conciliazione dei tempi vita-lavoro

Con il DM 12.9.2017, il Ministero del Lavoro ha previsto l’introduzione di un nuovo incentivo per i datori di lavoro che favoriscono misure di conciliazione dei tempi vita-lavoro, individuandone misure e modalità.

Possono accedere all’incentivo tutti i datori di lavoro in possesso del DURC che, durante il periodo agevolato 1.1.2017 - 31.8.2018, hanno sottoscritto e depositato un contratto collettivo aziendale contenente l’introduzione di misure di conciliazione vita-lavoro migliorative rispetto a quanto previsto dal CCNL di riferimento.
Il contratto aziendale (o territoriale recepito) deve essere obbligatoriamente depositato, ai sensi dell’art. 14 del DLgs. 151/2015, entro 30 giorni dalla sottoscrizione dello stesso, insieme alla dichiarazione di conformità del contratto alle disposizioni del decreto attuativo.

Il datore di lavoro, per beneficiare dello sgravio contributivo, deve introdurre almeno 2 delle misure previste dal DM 12.9.2017, di cui almeno una appartenente alle aree A) e B), e il contratto collettivo aziendale deve riguardare almeno il 70% della media dei dipendenti occupati nell’anno civile precedente alla domanda di beneficio.

Area A
1. Estensione temporale di congedo di paternità con previsione della relativa indennità
2 .Estensione del congedo parentale, in termini temporali e/o di integrazione della relativa indennità
3. Previsione di nidi d’infanzia, asili nido e spazi ludico ricreativi aziendali o interaziendali
4. Percorsi formativi (e-learning / coaching) per favorire il rientro dal congedo di maternità
5. Buoni per l’acquisto di servizi di baby sitting

Area B
1. Lavoro agile
2. Flessibilità oraria in entrata o in uscita
3. Part-time
4. Banca ore
5. Cessione solidale dei permessi con integrazione da parte dell’impresa dei permessi ceduti

Area C
1. Convenzione per l’erogazione di servizi di time saving
2. Convenzioni con strutture per servizi di cura
3. Buoni per l’acquisto di servizi di cura

L’incentivo corrisponde ad uno sgravio contributivo fino al 5% (misura massima) della retribuzione imponibile ai fini previdenziali dichiarata dal datore di lavoro nel corso dell’anno civile precedente la domanda.
La misura definitiva dell’importo è legata all’importo complessivo delle risorse finanziate per ciascun anno ed è quantificata dall’INPS.
Il beneficio verrà concesso una sola volta nel periodo di applicazione sperimentale (1.1.2017 - 31.8.2018).
Per fruire del beneficio il datore di lavoro deve presentare, in via telematica, apposita domanda all’INPS, contenente:


• dati identificativi dell’azienda;
• data di sottoscrizione del contratto aziendale;
• data di avvenuto deposito del contratto aziendale;
• dichiarazione di conformità del contratto aziendale alle disposizioni del SM;
• ogni altra indicazione richiesta dall’INPS.
entro le seguenti scadenze:
• 15.11.2017 per i contratti stipulati entro il 31.10.2017;
• 15.9.2018 per i contratti stipulati entro il 31.8.2018.

26/10/2017

Lascia la tua opinione

* campi obbligatori (l'indirizzo email NON verrà pubblicato)

Autore*

Email*

URL

Commento*

Codice*